Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 2 Maggio 2018 - Promozione - Non ci sono ancora commenti

La Cestistica Iiriti / Zanini Arredo hotel termina a Spresiano una stagione meravigliosa che ha messo in mostra grande determinazione e molta tecnica individuale da parte delle nostre atlete.


Nella gara 2 dei playoff le giraffine hanno buttato sul campo tutte le energie nervose residue ma hanno sofferto la pressione di una gara importante senza riuscire a fare canestro con quella continuità che le ha contraddistinte per tutto il campionato. Risultato finale: 54-47 in favore delle padrone di casa.

Ancora una volta è coach Ferraglia che, a fine partita, trova le parole giuste per riassumere il match: "Le ragazze hanno giocato con grande intensità per 40 minuti ma in attacco le mani hanno tremato fin troppo: complimenti a Spresiano che ha fatto esattamente ciò che doveva fare sia all'andata che al ritorno"

 

"Quasi un anno fa" ci dice la Presidente Consolati "abbiamo pensato di lanciare la proposta di una seconda squadra senior per affrontare il campionato di promozione. In realtà non avevamo la minima idea di cosa significasse concretamente ma l'entusiasmo con cui ci hanno risposte le ragazze ha acceso la nostra personale fiamma della passione per questo meraviglioso sport ed abbiamo iniziato a lavorare per realizzarla.

Abbiamo anzitutto colto la voglia di tornare in panca di coach Sergio Ferraglia che, tra i mille impegni diversi di ogni ragazza e qualche "problemino" personale, è sempre riuscito ad organizzare l'allenamento settimanale di una squadra che, per usare un eufemismo, si può definire "variegata":

Le nostre giovani cestiste 

Eva Parolari, Sofia Chemolli e Carlotta Spezia, terminato il percorso delle giovanili e nonostante l'impegno dell'esame di maturità a fine stagione, sono state presenti con continuità e determinazione.

Alessandra Omezzolli, dopo un infortunio ad inizio stagione e la scelta di lasciare il basket per qualche mese, è tornata in palestra con la solita esuberanza.

Angie Bregu, Alice Marchi ed Elena Chemolli si sono divise tra il grosso impegno con la prima squadra e la promozione, senza mai saltare una partita o un allenamento 

Una nuova partenza

Francesca Ferrigolli, anno 1997, ha passato due anni in Cestistica per poi fermarsi un'intera stagione. Vedere Francesca in tribuna era un autentico supplizio, non abbiamo esitato un solo secondo per chiamarla e coinvolgerla in questa avventura.

I ritorni

La prima adesione a questo progetto, con l'allegria che la contraddistingue, è arrivata da Linda Torboli; poi Chiara Santoni, nonostante gli impegni universitari e lavorativi; Laura Zanolli, che si è silenziosamente presentata in palestra ed ha ritrovato lo smalto di un tempo; Luisa Fadanelli, che tornata in Italia non ha saputo resistere al richiamo del parquet; Elisa Grottolo, stringendo i denti a causa delle caviglie malandate; Francesca Santuliana, che al rientro dalla Toscana ha voluto tornare nella sua "casa" allenandosi pur senza riuscire a giocare per impegni di lavoro. 

Un discorso a parte lo merita Ilaria Fadanelli perché, partendo dalla promozione, si è compiuto il recupero di una nostra giocatrice che è rientrata nel giro della prima squadra in serie B portando esperienza, tecnica e determinazione.

 

La dirigente Nada Prandi ci ricorda peraltro che nella lista della Presidente manca ancora un nome: "Anna Consolati, resta prima di tutto una giocatrice di basket: tra i mille impegni che le derivano dal ruolo di Presidente, ha voluto dare il suo apporto sportivo al progetto, impegnandosi al massimo in allenamento e lottando sul campo come ha sempre fatto" 

 

La scelta di partecipare al campionato di promozione è stata una grande scommessa della società: le giocatrici ed il coach non hanno mai mollato ed hanno realizzato un sogno fantastico che sarebbe bello poter replicare anche nella prossima stagione.